12Nov
By: Amministratore Acceso: novembre 12, 2017 In: Agricoltura, Blog Comments: 0

Dal 2018 parte il bonus verde, ovvero le detrazioni del 36% per la cura del verde privato in terrazzi e giardini, anche condominiali. Finalmente, dopo un lungo lavoro di squadra e grazie anche all’importante impegno delle associazioni agricole e florovivastiche, nella manovra di bilancio in fase di approvazione ha trovato spazio anche la mia proposta di legge, depositata nell’aprile 2016.

Si incentiva così la crescita della cultura del verde per i cittadini e si favorisce l’emersione del nero. Attenzione al paesaggio, all’ecologia e all’ambiente è strategica per la qualità della nostra vita!
Ecco il testo, in fase di approvazione definitiva

4. Per l’anno 2018, ai fini delle imposte sui redditi delle persone fisiche, dall’imposta lorda si detrae un importo pari al 36 per cento delle spese documentate, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi relativi alla:

a) «sistemazione a verde» di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;

b) realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

5. La detrazione di cui al comma 4 spetta anche per le spese sostenute per interventi effettuati sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali di cui agli articoli 1117 e 1117-bis del codice civile, fino ad un importo massimo complessivo di 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo. In tale ipotesi la detrazione spetta al singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile a condizione che la stessa sia stata effettivamente versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.

6. Tra le spese indicate nei commi 4 e 5 sono comprese quelle di progettazione e manutenzione connesse all’esecuzione degli interventi ivi indicati.

7. La detrazione di cui ai commi da 4 a 6 spetta a condizione che i pagamenti siano effettuati con strumenti idonei a consentire la tracciabilità delle operazioni ed è ripartita in dieci quote annuali costanti e di pari importo nell’anno di sostenimento delle spese e in quelli successivi. Si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni contenute nei commi 5, 6 e 8 dell’articolo 16-bis del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917.

Per tutte le informazioni qui una mia intervista di approfondimento su TeleUnica

Trackback URL: http://www.veronicatentori.it/dal-2018-arriva-il-bonus-verde/trackback/