06Ott
By: Amministratore Acceso: ottobre 06, 2017 In: Blog, Territorio Comments: 0

Lunedì 2 ottobre nell’incontro organizzato da Civate Che Vorrei abbiamo fatto il punto sul ponte di Isella. Anas ha redatto gli elaborati progettuali che sono in possesso degli enti competenti quindi anche del Comune di Civate e della Provincia: il nuovo ponte sarà realizzato in acciaio con-ten, ad alta resistenza strutturale e particolarmente prestante per quanto riguarda la resistenza alla corrosione, potrà sostenere due mezzi pesanti da 108 tonnellate, sarà ad un’unica campata e alzato a 5,20 metri per essere adeguato alla normativa vigente. Inoltre per quanto riguarda la cantierizzazione si prevede di realizzare prima il nuovo manufatto e poi sarà effettuata la demolizione dell’esistente, in modo da mantenere anche durante i lavori il collegamento pedonale.
Al momento siamo in attesa della convocazione della Conferenza dei Servizi, in cui tutti gli enti competenti potranno esprimere il proprio parere. L’attenzione non è mai venuta meno, il lavoro è stato continuo, abbiamo ottenuto degli impegni su tempi e risorse, e continua il contatto costante con ministero ed enti preposti. Il 14 febbraio 2017 nel tavolo istituzionale al Ministero alla presenza del Ministro Graziano Delrio è stato preso l’impegno di effettuare indagini più precise riguardo la struttura del Ponte di Isella, dalle quali è emersa la necessità di mantenerlo chiuso al traffico veicolare e di procedere con la demolizione del vecchio cavalcavia e la ricostruzione di un nuovo sovrappasso. Nel tavolo tecnico del 27 aprile 2017 il Ministero si è impegnato a portare avanti la fase progettuale e a reperire le risorse necessarie per la costruzione dell’opera, oltre ad aver stabilito il cronoprogramma che ha indicato come data di fine lavori la fine dell’anno 2018.
Ora, considerato che da quasi un anno persiste la situazione di disagio quotidiano per i cittadini e le imprese del territorio e che sono emerse preoccupazioni per gli enti locali sul rispetto dei tempi di realizzazione, per sollecitare il Ministero e non abbassare l’attenzione su quest’opera prioritaria ho depositato anche un’interrogazione parlamentare.

 

Qui il testo dell’interrogazione

Qui il servizio di Teleunica

Qui l’intervista video del Giornale di Lecco

Qui alcuni articoli sulla serata

Trackback URL: http://www.veronicatentori.it/ponte-di-isella-attenzione-mai-venuta-meno-depositata-interrogazione-parlamentare/trackback/