23Giu
By: Veronica Tentori Acceso: giugno 23, 2016 In: Industria e innovazione Comments: 0

Il raduno mondiale dei wikipediani, Wikimania Esino Lario, è iniziato, e da lecchese prima ancora che da istituzionale sono orgogliosa che proprio da qui venga lanciata questa idea di innovazione così speciale! L’enciclopedia on-line più famosa al mondo, scritta direttamente dagli utenti, che si ritrova in un paesino di montagna di 800 abitanti è l’incarnazione dell’innovazione come comunità che si mette in gioco, accetta la sfida del cambiamento e dal basso costruisce qualcosa da condividere con il mondo. Una bella storia, che parla di bellezza: quella di un’idea un po’ folle che diventa realtà, di persone creative che immaginano il futuro, della forza che sta dietro la condivisione di conoscenze e saperi, la bellezza delle nostre montagne e del nostro lago. Una storia che parla del riscatto delle piccole realtà rurali e montane che costellano l’Italia e che non possiamo permetterci di abbandonare e dimenticare, perché lì c’è la capacità di mobilitarsi su progetti collettivi ambiziosi per amore del proprio territorio. L’idea di Iolanda Pensa, che ha candidato Esino Lario a questo evento (con predecessori come Città del Messico, Londra, Hong Kong, Washington) non esito a definirla geniale. Ora dobbiamo lavorare affinché l’eredità di questo evento possa diventare un’opportunità per tutta l’Italia: ci sono degli ostacoli normativi che impediscono di sfruttare al massimo la potenzialità divulgativa e di condivisione della conoscenza di Wikipedia nel nostro Paese.

Io e altri colleghi parlamentari ci stiamo provando, vi va di darci una mano? Vi ricordate la petizione ‪#‎liberiamolabellezza‬? Basta una firma qui per sostenere la campagna.

 

Trackback URL: http://www.veronicatentori.it/wikimania-il-raduno-mondiale-dei-wikipediani/trackback/